ANTIFASCISMO BANDIERA DI LIBERTA’

 ************************************************************************************

 

18 APRILE 2019 VARESE RISPONDE ALLE PROVOCAZIONI FASCISTE

Con l’ANPI e la CGIL per rispondere alle provocazioni delle bande fasciste varesine

….. La Resistenza Italiana obbliga a riflessioni, riflessioni che ancora oggi sono di grande utilità, soprattutto a fronte della attuale debolezza politica della sinistra, delle rappresentanze politiche che fanno riferimento al movimento operaio, è vero, comunque ribadire che l’approccio all’analisi della vicenda resistenziale deve essere supportata da una metodologia dialettica atta a tenere presente i due corni della questione, l’analisi storica, da una parte e dall’altra, la valutazione politica del contesto politico in cui gli studi storici si svolgono, non tenere presenti questi due “corni “ si rischia di produrre “cattive astrazioni”, per dirla in termini tecnici, boomerang politici che possono rompere le mani a chi ha scelto di fare militanza antifascista. Per questo la Costituzione della Repubblica Italiana rimane un faro, un baluardo della democrazia e della lotta antifascista, riprendendo l’intervento della presidente dell’Anpi varesina, a ragione si può sostenere, che a più di mezzo secolo di distanza la sua traduzione politica può dare risposta alla nostra contemporaneità, al nostro difficile presente. Se c’è decadenza, ancora oggi, è quella rappresentata dal fascismo e dai suoi manutengoli, che nonostante quanto è scritto nella nostra Costituzione (XII Disp.) continuano ad ammorbare il paese con le loro gratuite menzogne .
P.s. Quanto è accaduto a Varese con i Dora non può ignorare le affermazioni pro Mussolini del fatte dal Presidente del Parlamento europeo A. Tajani, forse queste risultano ancora più gravi di quanto il Dora scrive in provincia di Varese.

Cosimo Cerardi PCI Federazione di Varese

Giovedì 18 Aprile – Varese – Sala Estense – Incontro con il giornalista Paolo Berizzi.

Annunci